Contraccezione a breve termine

Anello vaginale

L’anello vaginale è un anello di plastica con un diametro di circa 5 cm, che viene introdotto nella vagina e rimane in posizione per 3 settimane. Se interferisce con i rapporti sessuali, può essere rimosso temporaneamente, per un massimo di 3 ore.

L’anello contiene due ormoni, un estrogeno e un progestinico, e li rilascia in maniera continua  nell’organismo. Gli ormoni arrivano nella circolazione sanguigna attraverso la mucosa vaginale. In questo modo, da un lato si inibisce l’ovulazione, e dall‘altro si previene la crescita della mucosa uterina; inoltre, il muco della cervice uterina diventa più spesso, impedendo agli spermatozoi di accedere all‘utero.

Meccanismo d‘azione
Ormonale
Utilizzo
Mensile
Affidabilità (indice di Pearl *in caso di utilizzo perfetto)
Elevata (0,6)
Ritorno alla fertilità
Subito possibile
Possibili effetti sulle mestruazioni
Mestruazioni brevi, regolari e poco abbondanti durante l’uso, irregolarità mestruali (soprattutto nel periodo iniziale di utilizzo), occasionale o completa assenza delle mestruazioni
Vantaggi
Nessuna perdita di efficacia in caso di vomito/diarrea, possibilità di ritardare la mestruazione
Svantaggi
Possibile espulsione dell’anello, possibile sensazione di corpo estraneo, lieve aumento del rischio di eventi tromboembolici arteriosi e venosi rispetto al non utilizzo
Possibili effetti collaterali frequenti
Tra gli altri: acne, aumento di peso, depressione, dolori al basso ventre, mal di testa, infezioni vaginali da funghi, prurito vaginale